VIDOVIC: "TARANTO, ECCOMI" 

Intervento di Lucio Oliva mercoledì 16 ottobre 2013 19:11:00

 

Presentato il nuovo coach della squadra che affronterà il campionato di serie B. Si tratta di Dusan Vidovic, allenatore serbo classe “69. Nel suo curriculum esperienze come giocatore ed allenatore in Europa, negli Stati Uniti ed in Arabia Saudita. Vanta presenze in serie A ed in nazionale.

VIDOVIC: “TARANTO, GENTE CHE LOTTA”. Esperienza, entusiasmo e voglia di far crescere i più giovani. Si presenta così il nuovo coach della Rari Nantes Taranto Dusan Vidovic: “Ho scelto Taranto perché qui ho trovato gente che lotta. Quando allenavo il Bari ho affrontato la Rari Nantes, due anni fa, in serie B. Quella stagione non fu esaltante per i tarantini, ma l’aspetto più evidente era la voglia di giocare, di impegnarsi e di non mollare fino alla fine.”.

Con il club tarantino la trattativa è durata il tempo di un incontro: “Per la prima volta nella mia carriera c’è stata subito un’intesa totale tra le mie intenzioni e quelle della società. L’unità d’intenti è una caratteristica fondamentale. La Rari Nantes ha la mia stessa passione per la pallanuoto e con l’entusiasmo che ha caratterizzato tutta la mia vita di giocatore e allenatore, farò di tutto per affrontare al meglio il prossimo campionato. Alla società non ho esposto esigenze particolari, non è il momento. Purtroppo anche questo sport sta affrontando un periodo di crisi e non è il caso di lanciarsi in spese folli.”.

Il coach mantiene i piedi per terra e parla del traguardo da raggiungere: “L’obiettivo minimo per quest’anno è la salvezza, siamo una matricola e abbiamo l’obbligo di raggiungere la permanenza nel torneo anche per il prossimo anno. Una volta messa da parte la questione salvezza, proveremo a toglierci qualche altra piccola soddisfazione. Le squadre del girone si sono rinforzate e non sarà facile, ma io farò leva sull’entusiasmo dei miei ragazzi. Dai primi allenamenti ho percepito il loro entusiasmo e la loro voglia di giocare. Oltre a mantenere la categoria, il mio intento qui a Taranto è di far crescere i miei giocatori, l’età media è molto giovane e metterò a disposizione la mia esperienza per farli maturare. La nostra formazione è in possesso di ottime potenzialità, sono fiducioso.”.

 

Ufficio stampa Rari Nantes Taranto 1996

I commenti su questo intervento sono chiusi.